.

  COC [ il dominio di gente trista è dovuto unicamente alla viltà di chi si lascia soggiogare ]
         

 

Discover the playlist Top 250 solo guitar with Queen

 

se vuoi comunicare
con me o se mi vuoi
semplicemente insultare,
puoi farlo utilizzando
questo link


 

Io sostengo MenteCritica

 

 


A Torino non c'è
di meglio

 

 

 

 SEO Directory

 

 

 

 
85 VITTIME INNOCENTI
3 COLPEVOLI DI COMODO
NESSUN MANDANTE
NESSUN MOVENTE

 




 




















 


 

 

DISCLAIMER

 
Questo BLOG non rappresenta una testata giornalistica (un qualsiasi coglione è in grado di capirlo da se, leggendone i contenuti) in quanto viene aggiornato quando il proprietario ne ha voglia e tempo.Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001

L'autore, inoltre, non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso vale per i siti che forniscono dei link a questo sito o a parti di esso: il fatto che un blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità.

Qualora i testi o le immagini postate non siano di proprietà dell'autore, la paternità degli stessi e/o la fonte di provenienza è sempre riportata (o viene indicato se è ignota); se il titolare dei diritti di testi o immagini qui riprodotte ne desiderasse la rimozione, può contattarmi all'indirizzo c_o_c@libero.it e la sua richiesta sarà accolta immediatamente.

Il proprietario del blog dichiara di non esserere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori,lesivi dell'immagineo dell'onorabilità di persone terze,non sono da attribuirsi all'autore,nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

Questo Blog è un blog "FASCISTA", nel senso nobile del termine e non nel senso che per 60 anni questa giudeocrazia gli ha conferito. Politicamente non si colloca ne a DESTRA, ne a SINISTRA, ma sta col POPOLO tutto a prescindere dalla razza, religione e ceto sociale. Rispetta chi porta rispetto ed è inflessibile con chi non rispetta le tradizioni e le leggi siano esse dello Stato che Naturali.

Questo blog si schiera apertamente con tutti i popoli oppressi e/o coercizzati da parte di governi o di Paesi che approfittando della loro superiorità tecnologica, militare, finanziaria, li spogliano di ogni risorsa e ne calpestano la dignità.

1)Sono un giustizialista, non un giustiziere, per cui combatto le ingiustizie sociali ovunque e contro chiunque le perpetri(per questo motivo,mi considero un rivoluzionario).

2)Sono della razza mia e ne vado fiero,per questo motivo posso essere considerato razzista, delle altre razze me ne fotto,almeno, fino a quando non interferiscono con la mia libertà o tentano di prevaricarla, in questo caso mi riservo il diritto di difendermi con i mezzi che ritengo più opportuni;

3)credo in qualcosa di spiritualmente superiore all'uomo, ma non credo nelle religioni così come non credo nei partiti;

4)non cerco la vostra approvazione e del vostro disprezzo me ne frego, passo e ci piscio sopra;

 


 

 

 

Sito ottimizzato con TuttoWebMaster

 


Previsioni Meteo

 

informazione.it - Rassegna stampa delle ultime notizie on-line 

 

 


I miei Idoli
Corto Maltese
Capitan Harlock
Paperino










 
Aggregatore
 
Cerca su RSSItalia.it

 

 

Vlad Tepesh

Crea il tuo badge

 

voli low cost amsterdam

 

Feed XML offerto da BlogItalia.it
PaginaInizio.com
Il Bloggatore


19 giugno 2006

A Torino impazzano le Vespa del 40° raduno internazionale

18 giugno 2006  Torino non è solo la scandalosa citta del gay pride, per fortuna la mattina prima che la carnevalata dei pigliainculo cominciasse, oltre tremila vespisti si sono dati appuntamento in Piazza Castello, per festeggiare il 60° compleanno della Vespa.  

 

 

Oltre 3.200 vespisti da tutto il mondo

 

Niente paura: la Torino affollata di Vespe non pungeva, mostrava soltanto le leggendarie due ruote dello scooter più famoso del mondo, accorse nel capoluogo piemontese per il grande raduno internazionale dedicato alla Vespa. Il 40° raduno internazionale della sua storia, il primo da quando è nato il Vespa World Club lo scorso 14 marzo. Vespa che festeggia quest'anno i 60 anni dalla nascita e al raduno torinese dello scorso fine settimana sono stati oltre 3.200 i "vespisti" che vi hanno preso parte, provenienti da 20 Paesi, persino da Dubai.

 



Prodotta a partire dal 1946, e da allora in 16 milioni di esemplari, la Vespa rappresenta il sogno di libertà dei ragazzi di ogni generazione, l'emancipazione della mobilità "con le ali sotto i piedi" come cantavano i Lunapop qualche anno fa. Una libertà che è straripata nella tre giorni torinese, densa di appuntamenti, con mercatini e mostra dedicata a lei, l'inseparabile co-protagonista delle "vacanze romane" di Audry Hepburn e Gregory Peck. Molti gli itinerari turistici proposti dall'organizzazione, con 168 volontari che hanno condotto i vespisti alla scoperta di Torino e dei dintorni, come la Palazzina di caccia di Stupinigi, Superga, la Reggia di Venaria. Grande parata domenica, con 20 Vespa storiche dell'associazione nazionale dei Carabinieri.

 

 

Che la Vespa sia nata sotto una buona stella ce ne si accorse fin dagli anni 40. La sua leggerezza, il suo senso di mobilità accessibile, aveva fatto comprendere a Enrico Piaggio la particolare atmosfera che emanava da questo scooter. E insieme al giornalista sportivo Renato Tassinari, Piaggio individuò subito le potenzialità del mezzo, contribuendo a far nascere i primi club, tanto che già nel 1948, appena due anni dopo la nascita, per la Vespa si organizzò già un raduno-rally in occasione della Fiera Campionaria di Milano. Nel 1951 si celebrò la "Giornata Italiana della Vespa": accorsero in 20 mila. Da allora e nel pieno del boom economico, la Vespa diventa un fenomeno di costume. Nel 1953 nacque il Vespa Club Europa, che raggruppava i fans di una dozzina di Paesi europei, chiuso soltanto il 14 marzo scorso, quando è stato inaugurato il Vespa World Club, con Presidente Roberto Leardi.

 

 

Oggi la Vespa è più viva che mai, annusa il grande rilancio che si deve alla gestione Colaninno della Piaggio, prossima oramai a quotarsi a Piazza Affari. Nel listino attuale della Vespa ci sono 5 modelli: la classica PX con ciindrata 125 e 150; la LX da 50, 125 e 150 cc, a due e quattro tempi; la GT 200L e 125L; la Vespa GTS i.e. e le serie speciali GTV, LXV e GT60, quest'ultima in edizione anniversario e realizzata in sole 999 unità.




permalink | inviato da il 19/6/2006 alle 17:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     maggio        luglio
 







Blog letto 904654 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom